Menu

VAN: tetto a soffietto sì o no?

Tutto quello che gli altri non ti diranno mai

Tetto a soffietto pro contro

Vantaggi e svantaggi di questa scelta

di Marta e Roberto - blogger di La paura non fa 90

Nell'ultimo Salone del camper tra le proposte che hanno più attirato attenzione ci sono stati i van con il tetto a soffietto. Non sono certo una novità, ma quest'anno moltissime case hanno proposto questo optional sui van che già avevano in catalogo.

tendalinoIl nostro (ex) van con il tetto a soffietto
Fino all'anno scorso il tetto a soffietto era una caratteristica praticamente solo dei mini van (dai “primi della classe” e più famosi Volkswagen California fino ai vari Campster, Viano Marco Polo, il nostro Ford Nugget), più qualche eccezione su mezzi più grandi (da anni la Hymer e il gioiellino di nicchia Vantourer).

Quest'anno abbiamo visto il tetto a soffietto come novità 2021 su diversi marchi: il primo che abbiamo notato è stato sui Knaus Boxstar e Boxlife, e ci ha colpito perché si tratta del nostro van, uguale uguale, con l'aggiunta, appunto, del tetto a soffietto.

Ma diverse altre case dal 2021 lo propongono: c'è sul Dreamer, i Malibù, sui Weinsberg Carabus e Caratour, sui van McLouis e anche sui CI Kyros.

Probabilmente si tratta di una risposta a una domanda sempre più alta da parte del camperista (anzi, vannista): il soffietto sembra essere un optional molto richiesto, tant'è che nell'ultimo anno abbiamo visto diversi conoscenti scegliere di montarlo after market anche su modelli che non lo prevedevano.

Ma quali sono i pro e i contro del tetto a soffietto?

Il nostro è un elenco basato sulla nostra esperienza (sia con, sia senza), i nostri gusti, il nostro modo di viaggiare. È solo un punto di vista parziale, ma che può aiutare a far riflettere.

vw t3 vecchio soffiettouno dei primi tetti a soffietto su un vecchio Volkswagen

I vantaggi

* Pro: il primo è il più evidente. Permette di avere due posti letto in più senza perdere altro spazio. Sì, perché il tetto a soffietto cambia di pochissimo le dimensioni esterne del veicolo (si aggiungono soltanto una quindicina di cm circa di altezza), non impattando quindi sulla stabilità o gli ingombri in viaggio. E non ruba spazio all'interno. Cioè, per avere un letto in più non si devono sacrificare pensili, o spazio abitabile alla dinette, armadi o altro.

soffietto spessoresolo 15-20 cm in più di altezza

* Il secondo vantaggio è l'aggiunta – addirittura – di spazio abitabile quando si è in sosta. Di giorno, alzare il tetto, permette di avere una stanza in più, dove si può stare a leggere o riposare, o dove i bambini possono giocare, o dove degli adolescenti possono trovare la loro anelata privacy dai genitori.

* Il terzo vantaggio riguarda le situazioni di caldo, soprattutto di notte. Aprire il tetto significa avere uno spazio maggiore e ridurre l'effetto “scatola di lamiera”, la tenda permette all'aria di circolare molto di più, e in caso di notti molto calde il van risulta meno soffocante. Attenzione però al mattino: se si è in una posizione all'ombra va bene, ma se si sosta al sole, la tenda si scalda anche in fretta... vi alzerete piuttosto presto!

In ogni caso, questa estate abbiamo avuto un paio di notti calde in cui, se avessimo avuto il tetto a soffietto, lo avremmo aperto volentieri per far girare più aria. Senza, abbiamo dovuto accontentarci di aprire come possibile finestrini e oblò e coadiuvarci con un ventilatore usb.

soffietto finestra retroun letto e parecchia aria in più

I contro:

* Il primo “contro” che noi vediamo è dettato dalla nostra personale esperienza con il soffietto del Nugget, che dispone di una tenda con un tessuto molto leggero. Con quel telo, abbiamo un po' sofferto le situazioni di freddo e di pioggia. Il freddo, è evidente, perché è come stare in tenda e la dispersione termica è notevole.

La pioggia, per due motivi. Il primo è che con il telo sottile abbiamo avuto problemi di infiltrazioni e abbiamo poi dovuto fare un trattamento impermeabilizzante aggiuntivo, ma a ogni temporale forte ci restava l'ansia che entrasse acqua. Abbiamo anche, a un certo punto, aggiunto alla dotazione un cappuccio isolante da applicare sopra in situazioni di pioggia o freddo. Il secondo è che, chiudendo poi il tetto al mattino, il telo bagnato si appoggia sul materasso e si rischia di bagnare anche quello.

isolante per soffiettoil nostro soffietto con il cappuccio isolante
Bisogna però dire che non tutti i teli dei tetti a soffietto sono così. Ad esempio, quello che montava la Solaria (sul nostro primo van) era invece una tenda molto robusta, addirittura in doppio strato, e non abbiamo mai avuto problemi con la pioggia. Anche la dispersione termica era minore.

Non abbiamo visto i nuovi tetti a soffietti dei modelli 2020 quindi non possiamo giudicare la qualità, ma consigliamo di prestare attenzione a questa caratteristica.

comacchio 1200la nostra prima tenda a soffietto, molto robusta
Abbiamo visto però la soluzione di una azienda italiana che installa tetti a soffietto “after market”, che prevede addirittura la dotazione di due teli intercambiabili a cerniera: quello più leggero versione estiva e quello invernale con un grado di coibentazione maggiore... e ci sembra davvero un ottimo optional.

* Non hai il letto veramente “sempre pronto”.

Abbiamo scelto i due letti matrimoniali a castello per essere davvero “sempre pronti”. Quando dicono che il letto nel tetto a soffietto è “sempre pronto”, non è esattamente vero.

Immagino in parte dipenda dai modelli, ma intanto bisogna calcolare che aprirlo e chiuderlo è un'operazione in più che bisogna fare. Poi non in tutti i casi si può lasciare il letto fatto. I cuscini vanno spostati, e in alcuni casi, se il soffietto è molto sottile (per non alzare troppo la scocca del veicolo), vanno tolti anche coperte o sacchi a pelo, per poterlo chiudere.

Ma anche queste sono caratteristiche che variano da soffietto a soffietto.

Il nostro matrimoniale davvero permette di lasciarsi sopra cuscini, vestiti, in alcuni casi anche borse senza preoccuparsi dello spessore. A noi, personalmente, fa comodo.

koso letti sempre prontiIl nostro van oggi ha i letti veramente sempre pronti

* Perdita dell'oblò posteriore.

I nuovi modelli che abbiamo visto “salvano” tutti un oblò anteriore sul tetto del soffietto, che permette di non perdere quella apertura (per aria e luce) anche quando il tetto è chiuso.

Ma nel caso di un mezzo corto come il 540, si perde inevitabilmente l'oblò posteriore, che noi abbiamo verificato essere fondamentale in caso di caldo estivo.

Questo è un elemento che riguarda mezzi corti come il nostro, perché ci sembra che nelle misure dai 5,99 metri di lunghezza in su sia possibile mantenere l'oblò posteriore anche con la presenza del soffietto.

koso oblo dietrol'oblò posteriore dà aria al letto a castello

* Costo e peso.

Sono due dati tecnici.

Il soffietto è un optional che costa (per quello che abbiamo visto) almeno 5mila euro, e non sono noccioline. Anche il peso incide, perché per quanto si tratti di modelli anche leggeri, aggiungono circa un quintale al peso complessivo del mezzo, e va calcolato quando ci si avvicina al limite massimo di carico (nei van, di solito, 3,3 tonnellate o solo in quelli più grandi 3,5 t).

E... avere tutti e due?

Intendo sia matrimoniale a castello, sia tetto a soffietto.

Ci abbiamo pensato e non lo escludiamo in futuro. La comodità sarebbe di poter scegliere a seconda del bisogno e della situazione specifica (caldo, freddo, bisogno di privacy o spazi in più) se dormire con il soffietto aperto, come se fossimo in due stanze, o chiuso, nel nostro matrimoniale a castello.

Un'opzione perfetta se si ha un van dai 6 metri in su.

Il dubbio più grande, al momento, di questa opzione “capra e cavoli” resterebbe la perdita dell'oblò posteriore nel nostro caso, cioè di un van di 5,41 metri di lunghezza.

Se in notti calde si può resistere anche nei due matrimoniali proprio grazie a quella finestra in più sopra al matrimoniale, senza l'oblò diventerebbe invece - in pratica - un obbligo aprire il soffietto, con l'unico criterio del caldo a dettare la scelta, e senza poter valutare, ad esempio, di aprirlo o meno a seconda di dove si sosta (in libera, sicurezza della zona, rumore del traffico...). Per il momento non escludiamo nulla per il futuro, ma il dubbio resta.

koso oblo davanticon l'oblò aperto, luce e aria.

In conclusione, da che parte pende la bilancia?

Ci dispiace deludervi ma... non pende. Al momento, la nostra bilancia di giudizio è in bilico, oscilla un po' di qua e un po' di là, ma la nostra opinione non è totalmente a favore o a sfavore del tetto a soffietto.

Non era nemmeno nostra intenzione spingere qualcuno in una direzione o nell'altra, quanto piuttosto far emergere dubbi e contraddizioni che un venditore o uno sponsor difficilmente vi diranno, ma che derivano dall'uso reale. Per poter scegliere poi con maggiore consapevolezza, qualunque sia la scelta finale.

Potrebbe interessarti

- ABC PLEIN AIR - VAN

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

banner NoiconVoiTOUR2020 450px

button gallery

button calendario

button meteo


button restiamo in contatto newsletter

Iscriviti alla Newsletter! 

GRATIS PER TE

le guide utili di vacanzelandi@


progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina