Menu

Indice articoli

 

Le mete

L’anno scorso visitammo l’Alvernia, regione centrale della Francia costituita da una parte montuosa più o meno alta e da una pianeggiante. Questa zona ci è molto cara perché fu il teatro della nostra prima vera vacanza familiare: nel 1990 infatti la percorremmo con il nostro vecchio furgone Transit a gas e proprio lì il nostro primogenito compì 1 anno e iniziò a camminare. Al di là dei ricordi familiari, la zona a nostro parere è molto bella sia paesaggisticamente che architettonicamente e, semplificando un po’, mi viene da fare il parallelo con la nostra Umbria.
Le nostre 3 settimane canoniche le dividemmo tra 3 campi base: uno a Le-Puy-en-Velay (cittadina per la quale il mio cuore batte sempre un colpo in più), uno a Saint-Pourçain-sur-Sioule e uno a La Bourboule. Se prendete una carta geografica capite subito il perché.
Quest’anno invece ci siamo voltati verso est, visitando l’Ungheria: purtroppo abbiamo seguito le indicazioni di una guida turistica che si è rivelata assolutamente scadente e quindi ci siamo mossi in un modo rivelatosi poi poco razionale. In ogni caso i campi sono stati 5: il primo strada facendo a Ptuj in Slovenia, poi una lunga permanenza a Budapest, che la merita in pieno, purtroppo una sola notte a Pecs, qualche giorno nella zona di Nyiregyhaza, a est (e francamente non ne vale troppo la pena) e infine all’estremo ovest a Sopron.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Trova campeggi, agricampeggi, aree attrezzate con

camp vacanzelandia s

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina