Menu

banner468-60

TOUR.it 2011

Carrara, dal 15 al 23 gennaio 2011

 

Torna all'indice 

 

Giornata di convegni

Comunicazione 2.0 a Tour.it 2011 

 

Tablets, podcast, web e spazi interattivi

Le nuove frontiere della comunicazione per la community del turismo itinerante

Dal 2005 è iniziata una rivoluzione nel campo dell’informazione che ha cambiato non solo gli strumenti ma anche i metodi, il linguaggio ed i soggetti attivi della comunicazione sempre più basata sull’interattività e sulla possibilità di accedere alle stesse fonti informative con strumenti diversi e nelle situazioni più disparate che favoriscono soprattutto coloro che pur muovendosi velocemente non rinunciano ad informarsi e a comunicare.

Di queste nuove frontiere basate sull’interattività e sullo sfruttamento di tutti i mezzi esistenti, senza escludere quelli che verranno, si è occupato il convegno “"Comunicazione 2.0 e turismo di movimento, come si evolve la comunicazione di settore" organizzato dal mensile “Caravan e Camper Granturismo” per riflettere su quanto e come si è evoluta la comunicazione di settore ma anche per acquisire testimonianze ed esperienze di nuovi attori che diventano sempre più protagonisti attivi senza essere professionisti della comunicazione.

“Ormai i supporti rigidi della comunicazione sono stati abbandonati – ha detto Luca Stella, direttore di “Newscamp” e animatore dell’iniziativa – e l’informazione è sempre più interattiva e non vincolata agli strumenti. Il web è stato fondamentale per avviare quella che può essere considerata una vera rivoluzione che coinvolge allo stesso modo giornalisti e riviste, utenti e progettisti degli strumenti”.

È il caso di “Caravan e Camper Granturismo” testata fra le primissime a scegliere di essere disponibile in formato cartaceo e accessibile anche su Internet, tramite il canale di web-tv “Camper Channel” ma che può essere scaricata su computer o iPad.

“Abbiamo fatto una scelta innovativa quando abbiamo deciso di collocare la rivista in una biblioteca telematica alla quale i lettori possono accedere da internet – ha detto il direttore Beppe Finello, un precursore dell’uso del web nella stampa di settore – e, se pensiamo che già nel 2011 ci saranno circa quaranta milioni di iPad attivi in tutto il mondo, ci rendiamo conto della platea di lettori in grado di leggere, in tutte le situazioni, le riviste specializzate. Per fare fronte a questo potenziale di lettori, incredibile fino a ieri, si sta modificando anche il modo di scrivere, di proporre servizi fotografici, di mettere in rete filmati e testi che devono tenere conto delle caratteristiche dei nuovi strumenti e dei nuovi utenti”.

A questo proposito le case history illustrate da alcuni protagonisti della rivoluzione dell’informazione per i turisti itineranti sono esemplari per le nuove forme che ha assunto questo tipo di comunicazione.

Carmen Somma, giornalista e direttore di “Camper Magazine” ha spiegato come ha potuto affermarsi il programma tv dedicato al settore e diffuso, in contemporanea, su digitale terrestre, su analogico e su satellite “offrendo informazioni e testimonianze dirette fruibili in qualsiasi momento, dando vita ad una nuova forma di televisione dedicata alla comunità dei camperisti ma anche a chi vuole informarsi o semplicemente vedere programmi di alto livello informativo, sfatando il luogo comune che si può parlare di camper solo ai camperisti”.

Marzia Mazzoni, direttore di “Vacanzelandia” unico sito Internet dedicato ai viaggi in camper, ha spiegato come, in poco tempo, il sito sia divenuto uno spazio interattivo “una community che scambia informazioni, suggerimenti, illustra esperienze di una vita libera da schemi troppo rigidi. La nostra scelta di mettere in rete informazioni legate ad esperienze dirette è molto apprezzata e proprio in occasione di Tour.it – ha detto Marzia Mazzoni – abbiamo lanciato anche una sezione di E-shop che ospiterà solo prodotti testati direttamente”.

Altra esperienza di informazione diretta e quasi sempre in tempo reale quella di Silvia Riva fondatrice di “Noi Zirelloni”, un sito internet dedicato al camperista e, soprattutto, “aggiornato in tempo reale tramite Skype e Messanger ma anche arricchito da foto, filmati esperienze di viaggio con momenti di interazione fra i “girelloni” in movimento e gli amici che possono fornire suggerimenti su itinerari, spostamenti, soste, piatti tipici e tutto quello che serve per fare della vacanza un’esperienza da gustare in tutti i suoi momenti a partire dal viaggio che viene affrontato sempre online”. L'editoria del settore turismo in camper e in caravan sta quindi dimostrando con i fatti che la Comunicazione 2.0 è già una realtà di successo. Anzi, per dirla con in linguaggio attuale, è on-line.

 

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_relatori_1

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - i relatori

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_relatori_2

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - i relatori

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_vecchia_comunicazione_3

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Luca Stella analizza le vecchie teorie comunicative

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_nuova_comunicazione_4

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Luca Stella analizza le nuove teorie comunicative

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_relatori_5

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Silvia Riva - Beppe Finello - Luca Stella

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_luca_stella_marzia_mazzoni_6

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Luca Stella - Marzia Mazzoni

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_silvia_riva_1_7

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Silvia Riva

tourit_22_01_convegno_comunicazione2_luca_stella_carmen_somma_marzia_mazzoni_8

22/01: COMUNICAZIONE 2.0 - Luca Stella - Carmen Somma - Marzia Mazzoni

 

 

TERME E CAMPER

Nuovi itinerari e interessi convergenti fra centri termali e camperisti che chiedono spazi attrezzati e nuove opportunità.

Tre milioni di utenti in Europa, cinquecentomila solo in Italia che si spostano utilizzando circa 180.000 mezzi. Queste le cifre più interessanti fornite da Pasquale Zaffina, presidente della Federazione Nazionale A.C.T.Italia nel suo intervento di apertura al convegno “Terme e Camper” che si è tenuto sabato 22 gennaio nell’ambito di Tour.it il nono salone del turismo itinerante che si conclude domenica 23 nel complesso di CarraraFiere. Il movimento dei camperisti rappresenta un target di grande interesse per i 380 siti termali italiani sparsi in 170 comuni di tutte le regioni italiane e per questo che A.C.T.Italia e Federterme hanno voluto aprire una riflessione nell’ambito di una manifestazione che richiama ogni anno decine di migliaia di appassionati del turismo all’aria aperta riunendo anche tutte le sigle associative.

Il sistema termale, nel suo complesso, è interessato ad un turismo ormai diventato qualitativo, che però, attraverso le associazioni che lo rappresentano, chiede attenzione, accoglienza, spazi adeguati alla sosta oltre che un “prodotto” a prezzi competitivi.

“Ci sono tutte le premesse – ha sostenuto Zaffina – per aprire una seria collaborazione fra il movimento, il mondo del termalismo e quello delle pubbliche amministrazioni che possono avere un ruolo determinante”. Tesi, questa, sostenuta da Yuri Sbrana, intervenuto in rappresentanza dell’Associazione dei comuni termali (ANCOT) pronta a favorire un turismo che, soprattutto per i piccoli centri, può diventare una risorsa importante e un’opportunità di crescita per i loro centri termali che operano scelte coerenti con questo tipo di turismo, come ha tenuto a sottolineare Paris Mazzanti, direttore di CarraraFiere che ha portato il saluto ai convegnisti.

Verificata la possibilità di operare concretamente e la disponibilità di tutti gli organismi pubblici e associativi ora è tempo di passare alla fase realizzativa di un “progetto Terme e Camper “ percorrendo tutti gli step necessari che, come ha detto Giorgio Matto, vice presidente di Federterme “ devono prevedere un censimento delle aree di sosta il più possibile vicine agli stabilimenti termali, segnalare ai comuni termali - tramite ANCOT - le grandi potenzialità di questo movimento turistico, e realizzare, dove possibile nuove aree di sosta. È un progetto che parte da esperienze già fatte il comuni pilota dove da anni (come alle Terme di Rivanazzano) nel parco delle terme vengono ospitati mezzi italiani e stranieri che, attraverso il passa parola, sono i migliori testimonial della bontà di questo esperimento”.

Numerosissimi gli interventi a favore di questo progetto che sembra affascinare il movimento dei camperisti e molti loro Club, ora si tratta di passare alla fase complessa di una concertazione che vedrà impegnate amministrazioni, imprenditori e Campeggiatori turistici entusiasti di queste nuove opportunità.

 

tourit_22_01_convegno_terme_camper_9

22/01: TERME E CAMPER

tourit_22_01_convegno_terme_camper_10

22/01: TERME E CAMPER

 

COMUNICATI STAMPA a cura di CARRARAFIERE

Lorenzo Marchini e Désirée Baldini

 

Torna all'indice 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube google instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Link consigliati

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina