Menu

 ITINERARI E METE

VIGNOLA
La bella modenese

vignola la bella modenese ok

5 (+1) buoni motivi per consigliarvi di visitare la graziosa cittadina modenese in camper (e con altri mezzi)

di Marzia Mazzoni

Un antico marchesato di importanza strategica sul territorio ha lasciato tracce indelebili e di grande importanza a questa cittadina posta nella fascia pedecollinare modenese, è VIGNOLA (MO – m 125 s.l.m), dal centro storico ordinato, lindo e raccolto attorno al vecchio nucleo contraddistinto dai tipici portici, onnipresenti nelle città emiliane e da una possente rocca.
L'abbiamo visitata in camper, ci è piaciuta e la vogliamo raccontare perché nel girovagare di noi turisti slow, questa è sicuramente una meta da non farsi sfuggire.
Ecco i nostri 5 (+1) buoni motivi che vi convinceranno ad inserirla nella vostra “lista delle mete da scoprire”.

01 - Emilia Romagna - Vignola - scorcio centro storico.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - scorcio centro storico - fuga di portici.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - scorcio centro storico - torre dell'Orologio.jpg 04 - Emilia Romagna - Vignola - centro storico - chiesa parrocchiale SS Nazario e Celso.jpg 05 - Emilia Romagna - Vignola - centro storico - teatro Cantelli.jpg 06 - Emilia Romagna - Vignola - scorcio centro storico.jpg  

1 - LA ROCCA

Imponente e dominante si erge su roccia calcarea, comunemente chiamata “tufo”, questa affascinante ROCCA proprio a strapiombo sulla golena del fiume Panaro, simbolo della cittadina di Vignola, dove l'aspetto attuale è il frutto di continue evoluzioni e rimaneggiamenti che nei secoli ha subito, passando da temibile macchina bellica per uso militare in posizione strategica tra Modena e Bologna, terra di frontiera, a sontuosa residenza nobiliare. L'abbiamo visitata con la guida, Monja di etcetera (www.etceteralab.it) la cooperativa che oltre ad occuparsi delle visite guidate sul territorio, organizza anche laboratori didattici all'interno della Rocca ed altri eventi. Attraverso il racconto di Monja della storia della rocca e le vicissitudini che si sono susseguite all'interno dell'edificio, siamo stati catapultati in un'altra dimensione storica, questo ci ha permesso di comprendere sia la struttura attuale che apprezzare al meglio la visita.
La Rocca di Vignola è un edificio da scoprire con calma per gustarsi ogni angolo, osservando stemmi, affreschi e simboli perché è un libro aperto che racconta la propria storia. Di struttura quadrata presenta tre torri (la prima più antica chiamata torre di Nonantola, e le due costruite in epoche successive, ovvero quella del Pennello e delle Donne), la costruzione attuale è composta da 5 piani, che vanno dai sotterranei fino ad arrivare al camminamento di ronda.
Partendo dal Rivellino e all'androne d'ingresso, Monja ci ha accompagnato a scoprire il castello, richiamando la nostra attenzione ai vari simboli apposti sull'edificio, facenti parte delle varie famiglie che si sono succedute (gigli ed aquile simbolo Estense, rose e rocchi quale stemma della famiglia Contrari ecc.). Abbiamo visitato le sale affrescate, di grande fascino e suggestione: la Sala dei Leoni e dei Leopardi, con il soffitto a volta, che veniva utilizzata come sala di rappresentanza; bellissima la Sala delle Colombe (sono ben 227 quelle raffigurate!) arricchita anche da un bellissimo camino che veniva utilizzata come sala di giustizia (non perdetevi il graffito del prigioniero!), l'ultima grande sala del piano terra che visitiamo è quella degli Anelli, ricca di tanti simbolismi che la guida vi racconterà!
La visita prosegue alla scoperta di altri spazi, ma quello che vi consigliamo di attendere con grande entusiasmo e vera “chicca” di questo castello è la Cappella Contrari, un vero e proprio gioiello; dedicategli tempo per osservare il soffitto con i suoi affreschi e i tanti simbolismi che racchiude. Il camminamento di ronda da cui potrete osservare il territorio circostante, la visita ai sotterranei e alle altre sale saranno di completamento a scoprire questa bellissima rocca.
Per visitare la Rocca e aderire ai progetti e laboratori didattici e ludici organizzati vi consigliamo di contattare:

LA ROCCA DI VIGNOLA
Tel. + 39 059 775246
Fax + 39 059 762586
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.roccadivignola.it

  01 - Emilia Romagna - Vignola - piazza dei Contrari.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca.jpg 04 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca.jpg 05 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - scorcio.jpg 06 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - corte e pozzo.jpg 07 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - torre di Nonantola.jpg 08 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - scorcio.jpg 09 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - archivolto con gigli ed aquile simboli estensi.jpg 10 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - archivolto con rose e rocchi stemma Contrari.jpg 11 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala dei leoni e dei leopardi.jpg 12 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala dei leoni e dei leopardi - particolare.jpg 13 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala  delle colombe - camino.jpg 14 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala delle colombe - particolare.jpg 15 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala delle colombe.jpg 16 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - sala degli anelli - particolare.jpg 17 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - stemma.jpg 18 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - cappella Contrari.jpg 19 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - cappella Contrari.jpg 20 - Emilia Romagna - Vignola - La Rocca - cappella Contrari.jpg

Ma Vignola è famosa anche per ...

2- LA CILIEGIA

Lo stemma di Vignola che racchiude il simbolo di una vigna con grappoli d'uva avvolti attorno ad un tronco secco di gelso, lascerebbe pensare che la coltura principale di questa cittadina, (che se ci pensiamo bene, anche il nome stesso VIGNOLA racchiude la parola vigna!) sia quella dell'uva... invece è famosa per la sua CILIEGIA. Non sappiamo il come e il perché, ma ora è nota ormai in tutta Europa, la ciliegia di Vignola, che ha ricevuto anche il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta, viene anche ricordata come il “durone” nella varie tipologie, se vi farete tentare dalla “moretta di Vignola” vedrete che una tira l'altra e farete fatica a fermarvi di gustare questo goloso frutto!
Ma a Vignola la ciliegia è tanto di più. Gli alberi di ciliegio. che contemporaneamente ai fiori mettono anche le foglie, regalano un paesaggio di grande fascino, questi cespugli bianchi e “spumeggianti” sembrano usciti da un acquerello! E in occasione della fioritura dei ciliegi che la città di Vignola si anima di una festa che si svolge ogni anno ormai da tempo (prima edizione risale al 1970) per l'appunto la “festa dei ciliegi in fiore”; un evento unico dove si riversano nel centro storico stand espositivi e ambulanti fiorai, sfilate di carri e tante attività. Solitamente si svolge i primi di aprile, per le date vi consigliamo di consultare il sito ufficiale www.centrostudivignola.it.

01 - Emilia Romagna - Vignola - ciliegio in fiore.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - raccolta ciliegie.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - raccolta ciliegie.jpg 04 - Emilia Romagna - Vignola - ciliegie.jpg 05 - Emilia Romagna - Vignola - selezione ciliegie.jpg 06 - Emilia Romagna - Vignola - ciliegia IGP.jpg  

3 – BAROZZI

Se andate a Vignola e chiedete a varie persone che cos'è Barozzi, qualcuno vi risponderà una torta, un altro vi dirà un'artista e qualcun altro ancora un palazzo, vi sembrerà strano ma tutti hanno ragione! Ma andiamo per gradi e vi spieghiamo che cosa accomunano queste tre aspetti del nome Barozzi. Molti di voi che sono appassionati di arte lo conosceranno come “il Vignola”, all'anagrafe Jacopo Barozzi, famoso architetto del 1500, che lavorò per un certo periodo a Roma a fianco dei Farnese, opere famose sono Villa Giulia e Palazzo Farnese a Caprarola in provincia di Viterbo.
Qui a Vignola, che ne vanta i natali, lo ricorda il palazzo Barozzi (chiamato anche Boncompagni), è un elegante palazzo rinascimentale e si trova proprio di fronte alla Rocca. Per la sua visita è da contattare
Ufficio Sport e Turismo Comune di Vignola
Tel. 059-777606 Fax 059-764129
Parrocchia di Vignola - tel. 059-771062
che vi consigliamo spassionatamente di effettuare perché, nonostante il palazzo non conservi pregevoli affreschi, di grandissimo interesse, all'interno si trova un elemento di grande fascino: la scala chiocciola per opera del Barozzi, posta nell'ala sinistra dell'edificio, è formata da “una spirale armoniosa costituita da cinque cicli, di cui uno collega il piano terra al seminterrato, due il piano terra al primo piano e i rimanenti due il primo piano al secondo.” È totalmente aerea ed autoportante costruita con mattoni messi a coltello, conta di 106 gradini per un'altezza totale di m 12,33. Sarà un'affascinante scoperta guardare dall'ultimo piano la chiocciola che si snoda sotto ai vostri occhi! Notate sul corrimano elementi decorati floreali posti a distanza, la guida vi racconterà il perché ci sono... non vi vogliamo svelare nulla!
E a questo punto voi vi chiederete: e la torta che cosa c'entra? Nel 1907 in occasione dei quattrocento anni dalla nascita del Barozzi “il Vignola", la rinomata pasticceria Gollini per mano di Eugenio Gollini inventò questa torta per celebrare il famoso architetto. La ricetta? Rigorosamente segreta, è un trionfo di golosità dove prevale il gusto del cioccolato fondente, un retrogusto di caffè, arachidi e mandorla. Sapientemente confezionata, si conserva per lungo tempo. Vi consigliamo quindi una sosta golosa in Via Garibaldi e assaggiare di persona questa specialità che viene preparata oggi come all'ora nel laboratorio famigliare artigianale della pasticceria.

  01 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi visto dalla Rocca.jpg 01bis - Emilia Romagna - Vignola - immagine del Barozzi - detto il Vignola.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - cortile interno.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - affresco.jpg 04 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - sala.jpg 05 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - scala a chiocciola.jpg 06 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - scala a chiocciola.jpg 07 - Emilia Romagna - Vignola - palazzo Barozzi - scala a chiocciola.jpg 08 - Emilia Romagna -Vignola - palazzo Barozzi - scala a chiocciola.jpg 09 - Emilia Romagna - Vignola - pasticceria Gollini.jpg 10 - Emilia Romagna - Vignola - torta Barozzi.jpg 11 - Emilia Romagna - Vignola - torta Barozzi.jpg

4 – BUONA CUCINA

La cucina modenese vanta numerose eccellenze gastronomiche, prelibatezze e riconoscimenti quali DOP e IGP. A proposito lo sapevate che “Modena con 15 filiere del comparto Food DOP IGP, è la seconda provincia italiana per valore economico generato, con un ricaduta di 623 milioni di euro pari al 10,0% del settore nazionale delle IG agroalimentari.”? (dati del XIV rapporto 2016 sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane IGP, DOP e STG). Solo per menzionarvene alcune: l'aceto balsamico, il Parmigiano Reggiano, lo zampone ecc, ma anche la ciliegia di Vignola, raccontata al punto 2 è una di queste eccellenze che contraddistinguono per l'appunto la cittadina.
Noi ci siamo regalati un pranzo luculliano alla trattoria La Campagnola, posta ad un paio di chilometri dal centro storico, dove abbiamo assaggiato i famosi borlenghi. Un accenno veloce per non li conosce, proviamo a spiegarli, anche se la vera soddisfazione la trarrete nel gustarli e non nel leggere questa modesta descrizione di questo “street food”; trattasi di una crepe sottilissima-issima su cui viene aggiunto, mentre è ancora caldo, parmigiano reggiano e lardo. Da leccarsi i baffi... Altre specialità della zona sono le tigelle farcite con salumi e il classico battuto di lardo, aglio e rosmarino, e *lo gnocco fritto (o il gnocco fritto).
*l'enciclopedia Treccani indica come corretto lo gnocco fritto, ma nella vita quotidiana si dice il gnocco fritto e come recita il linguista italiano Tullio De Mauro: “Talvolta un solecismo, una forma linguistica che la grammatica definisce scorretta, può essere giustificato se il suo uso risulta continuo e radicato in una determinata area geografica”.
Quindi ognuno di noi lo chiamerà come meglio vorrà, ma una cosa è certa: accompagnate il tutto con dell'ottimo vino rosso, qui siamo nella zona tipica del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC!

01 - Emilia Romagna - Vignola - lambrusco.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - tigelle e gnocco fritto.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - borlenghi.jpg

5 – I PERCORSI NATURALISTICI

A Vignola confluiscono vari percorsi naturalistici, uno di questi è il “percorso natura” conosciuto anche come “percorso sole” che era la denominazione originaria del primo tratto. Sono 33,3 km di pista ciclabile che corrono paralleli al fiume Panaro, un percorso facile realizzabile in bicicletta (ideale la mountain bike in quanto è su terra!) anche dalle famiglie con bambini, che parte dalle porte di Modena e raggiunge Vignola e termina pochi chilometri più avanti.
Da Vignola a Marano sul Panaro, il “percorso natura” viene chiamatola “via dei ciliegi” che viene considerato uno dei più piacevoli esempi di “vie verdi” di tutta la provincia di Modena, offre soprattutto in primavera un suggestivo scenario naïf contraddistinto dagli alberi in fiore.
Da Vignola a Savignano la passeggiata si snoda lungo il fiume Panaro, dà la possibilità di raggiungere l’antico borgo fortificato di Savignano Alto, ancora oggi raccolto tra la triplice cerchia delle mura munite di torri.
Info e dettagli sul sito ufficiale del Comune di Vignola - clicca QUI

  01 - Emilia Romagna - Vignola - percorso sole.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - percorso sole.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - percorso sole.jpg 04 - Emilia Romagna - Vignola - percorso natura Panaro -EuroVelo 7.jpg

(+1) IL SANTUARIO DELLA MADONNA DELLA PIEVE

Posto nella prima periferia di Vignola, è una delle più antiche chiese romaniche che sorgono ai piedi dell'Appenino modenese, le cui origini non sono ben note. Da una targa apposta sull'edificio si legge che “nel 1966 furono trovati e messi in luce i resti romanici dell'antichissima pieve di S. Martino in cento ripe prima chiesa parrocchiale di Vignola e matrice delle chiese della zona dal 1615 santuario della B. V. della Pieve...”.
Si evince anche che dal 1775 ogni anno si svolge una grande processione per il voto di ringraziamento alla Madonna per lo scampato pericolo di un'epidemia di “febbri putride”.

01 - Emilia Romagna - Vignola - Santuario Madonna della Pieve.jpg 02 - Emilia Romagna - Vignola - Santuario Madonna della Pieve - interno.jpg 03 - Emilia Romagna - Vignola - Vacanzelandia al Santuario Madonna della Pieve.jpg

E la nostra visita a Vignola si conclude qui e sicuramente è soltanto un piccolo assaggio di quello che il territorio modenese offre, generosa terra che si propone al viaggiatore con tanti spunti per la visita.
Lo sapevate che la provincia di Modena conta in totale 16 castelli? Alcuni da noi già visitati (ad oggi – marzo 2017), vi consigliamo di leggere gli altri itinerari da noi realizzati nella provincia di MODENA alla scoperta non soltanto di rocche e castelli:

 Dove sostare:

nome località tipo sosta indirizzo note

VIGNOLA (MO)

Parcheggio P1

Via Zenzano

In prossimità della rocca, difficoltà di sosta il giovedì per il mercato.

VIGNOLA (MO) Parcheggio Via Portello Negli spazi del parcheggio presso le piscine comunali.

mappa emilia romagna sosta camper vignola parcheggio p1Punto sosta camper a Vignola (MO), presso il parcheggio P1 in Via Zenzanomappa emilia romagna sosta camper vignola parcheggio piscinaPunto sosta camper a Vignola (MO), presso il parcheggio delle piscine comunali in Via Portello

 

Indice Itinerari e Mete Emilia Romagna

SCARICA IL PDF (è necessario fare il login)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Seguici su

facebook twitter you tube google instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Link consigliati

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina