Menu

Profumi d’autunno al Salone del Camper 2014

 

salone_del_camper_2014

 


Comunicato stampa da Ufficio Stampa c/o extra Comunicazione e Marketing

 

 Nell’Area Percorsi e Mete (Padiglione 2) numerose le occasioni per visitare un territorio,

quello della Provincia di Parma, che ha veramente tanto da offrire ai turisti all’aria aperta, 365 giorni l’anno.

Dalle bellezze naturalistiche e paesaggistiche alla ricchezza culturale, fino agli odori e

ai sapori d’eccellenza esportati in tutto il mondo.

Alle porte dell’autunno, vari gli espositori che, nella fiera di riferimento del turismo in libertà in Italia e seconda in Europa, propongono prodotti tipici della stagione.

 

Al Salone del Camper, oltre all’esposizione dei veicoli ricreazionali e dei prodotti del comparto dell’accessoristica e della componentistica, c’è un mondo, nell’Area Percorsi e Mete, pieno di tipicità e specialità tutte italiane. Si parte dal Friuli Venezia Giulia passando per la Regione Emilia Romagna, fino alla Sicilia. Il turista in libertà, anche quello potenziale, può curiosare tra gli itinerari proposti, lontani dai flussi turistici tradizionali; immaginare, guardando splendide fotografie, gli odori di una terra sconosciuta; decidere di salire a bordo di un camper o prendere in spalla la propria tenda e partire per un viaggio all’insegna della scoperta.

 

La possibilità di scegliere di sostare in un posto piuttosto che in un altro, ogni giorno dell’anno, senza prenotazioni, cambiando meta all’ultimo momento: queste le caratteristiche più importanti per il turista in libertà. Le Amministrazioni locali italiane hanno capito quanto sia importante il potenziamento e la valorizzazione di questa speciale tipologia di turismo. Prendiamo ad esempio la Provincia di Parma che offre numerose occasioni e iniziative per visitare il territorio, anche nel weekend, racchiudendo in sé cultura, natura, enogastronomia. In particolare in autunno, dove il vino la fa da padrone.

 

Al Padiglione 2 il Presidente del Consorzio volontario per la Tutela dei Vini “Colli di Parma”, Maurizio Dodi, invita i visitatori interessati a concedersi un fine settimana di svago per lasciarsi accogliere dalle colline fra i fiumi Enza, ad est, e Stirone, a ovest, la culla della viticoltura più tipica e anticamente nota del parmense. Nel periodo della vendemmia, poi, il viaggio è ancora più suggestivo perché è possibile assistere alla raccolta delle uve e seguire il processo fino all’imbottigliamento. Nell’Azienda Agricola Palazzo, all’interno del Parco Regionale dei Boschi di Carrega, in Val Baganza, è presente un’area attrezzata per la sosta dei camper, dove i turisti possono pernottare gratuitamente.

 

Per chi vuole provare un’esperienza unica nel suo genere, al Salone del Camper è stata ricostruita una struttura per la salumoterapia su iniziativa dell’Hostaria da Ivan. Ma cos’è la salumoterapia? Si entra in una stanza dove dal soffitto pendono sul grande tavolo centrale culatelli, strolghini e prosciutti di Parma. Per ogni commensale sono serviti piatti con prosciutto, culatello, salame e coppa e due tovaglioli, uno da mettere sulla testa, l’altro sopra il piatto. A quel punto si inspira profondamente l’aroma dei prodotti. Lo step successivo può essere uno solo: mangiare le specialità tipiche con ancora più gusto, il tutto accompagnato da un ottimo Lambrusco. La Hostaria da Ivan mette a disposizione un parcheggio che i camperisti possono utilizzare per visitare la zona circostante. Siamo nella Bassa Parmense, nel Comune di Roccabianca, località Fontanelle, paese natale di Giovannino Guareschi, che scrive: “Questo è il Mondo piccolo: strade lunghe e diritte, case piccole pitturate di rosso, di giallo e blu oltremare. Sperdute in mezzo ai filari di viti”, riferendosi alla sua terra. A Guareschi è intitolato il Museo Piccolo Mondo, in cui è presente una sezione dedi­cata al territorio e alle sue rappresentazioni cartografiche e fotografiche, a sottolineare I'indissolubile legame tra luoghi e vicende umane.

Infine, in autunno non può mancare il vero protagonista delle tavole italiane: il fungo. I Comuni di Albareto, Berceto e Borgotaro sono famosi proprio per questo prodotto. I funghi porcini di Borgotaro, in particolare, sono conosciuti ovunque e nel 1993 hanno ottenuto il riconoscimento I.G.P. dal Ministero e nel 1996 dall’Europa. Il merito dell’iniziativa va attribuita al Consorzio Comunalie Parmensi, che nel programma di miglioramento e valorizzazione del territorio gestito, dopo aver promosso azioni mirate al corretto uso della risorsa fungo, ha intrapreso le procedure volte al riconoscimento dell'Indicazione Geografica Protetta. Le Comunalie, hanno istituito, per prime in Italia negli anni ‘60, apposite riserve per la raccolta dei funghi per far fronte a un indiscriminato assalto ai boschi, con conseguente distruzione dell’ecosistema fungo-pianta. Il weekend del 20 e 21 settembre, i visitatori del Salone del Camper interessati possono partecipare alla 39esima edizione della Sagra del Fungo di Borgotaro I.G.P.

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

Trova campeggi, agricampeggi, aree attrezzate con

camp vacanzelandia s

Seguici su

facebook twitter you tube instagram

button gallery

button calendario

button meteo

button restiamo in contatto newsletter

GRATIS PER TE

la guida utile
"COME SCEGLIERE IL CAMPER"

SEI UN'AZIENDA? CLICCA QUAbutton vacanzelandia solutions attivita

progettare area attrezzata camper

button restiamo in contatto newsletter

button vacanzelandia solutions attivita

Vai all'inizio della pagina